Perché è importante crearsi un proprio fondo?

Perché è importante crearsi un proprio fondo?

Ricercare un equilibrio in tutto ciò che facciamo dovrebbe essere sicuramente una delle priorità della vita.

Nel business c’è prevalentemente una ricerca di equilibrio nel suo sviluppo che contrappone due identità qui di seguito riportate:

una di chi possiede idee ed è alla ricerca di disponibilità finanziarie, e la

seconda è di chi possiede disponibilità finanziarie ed è alla ricerca di idee per avere dei rendimenti.

Le due variabili sono le idee e il denaro e bisogna capire di cosa hanno bisogno per far si che si mescolino fra loro per dar vita ad un business. Partendo dalle idee, esse hanno bisogno di marketing ( per farle conoscere ), di clienti ( che acquistino il prodotto o servizio ), di denaro ( per creare la filiera produttiva e distributiva ) e di creare guadagni ( da distribuire agli investitori che hanno finanziato il progetto ).

Invece il denaro ha bisogno  di guadagni ( per continuare a crescere ), di sicurezza ( che ritorni moltiplicato ), di un gestore/consulente (che conosca le opportunità ed il mercato dove si investe ) e di idee vincenti ( moltiplicatori geometrici del denaro). Ora credo che tutti abbiano capito che se sommiamo le idee al denaro, otteniamo come risultato un grande valore aggiunto.

Ma come avviene per tutte le miscele, bisogna avere un recipiente dove mescolarle, hanno quindi bisogno di un veicolo di investimento istituzionale e credibile. Questo contenitore magico è il fondo d’investimento dove è possibile miscelare le idee con il denaro per ottenere guadagni  in sicurezza. Quindi il valore aggiunto è creato da uno strumento finanziario ancora poco conosciuto in Italia, ma che avrà sicuramente un grande futuro, come già sta avvenendo nei paesi con mercati finanziari più evoluti.

Tra di essi é da annoverare il Lussemburgo dove, il 13 febbraio 2007, è stata introdotta una normativa volta ad istituire e regolamentare i SIF (fondi d’investimento specializzati).  Questa legge apre la strada alla possibilità di creare fondi con molteplici opportunità di investimento, potendo includere tra i propri assets sia i classici prodotti finanziari come pure i più sofisticati derivati,  senza tralasciare le proprietà immobiliari o le quote di private equity, anche nel settore delle energie verdi, alternative e rinnovabili, delle opere d’arte, dei family fund, dei corporate fund, dei fondi speculativi o dei fondi socialmente utili e etici.

Ci troviamo in una nuova era e si creeranno nuovi ruoli che a loro volta produrranno nuovi business. E, come diceva il grande Peter Drucker: “il modo migliore di prevedere il futuro è crearlo”.

I SIF, le cui quote sono riservate a investitori qualificati, possono investire oltre che in strumenti dei mercati finanziari internazionali (azioni, obbligazioni, titoli di stato, fondi comuni d’investimento, indici, opzioni, hedge funds, ecc.), anche in Forex, materie prime, metalli preziosi, immobili, opere d’arte, quote societarie, energie rinnovabili, software, brevetti, non performing loan ecc.

All’interno di un’unica Sicav, ogni singolo comparto puó avere una propria politica di inverstimento,  specializzata o diversificata su una molteplicità di detti strumenti. Secondo la legge lussemburghese ogni comparto (fund) è segregato dagli altri. Pertanto ogni comparto (fund) ha:

  1. una propria “investment policy”;
  2. un proprio “pricing” in relazione ai costi di management fee, performance fee, entry fee;
  3. una propria contabilità (NAV) separata per ogni “fund”, certificata e revisionata annualmente;
  4. un proprio codice ISIN (possibilità di quotazione del “fund” alla borsa di Lussemburgo);
  5. uno o più “Investment Manager” in esclusiva
  6. uno o più “Investment Advisor” in esclusiva (l’Investment Advisor non deve essere necessariamente autorizzato alla gestione nel proprio Paese di residenza in quanto vale la licenza lussemburghese della stessa SICAV-SIF);
  7. la possibilità di essere veicolato con più canali (sottoscrizione diretta con ISIN code, sottoscrizione tramite polizza assicurativa, all’interno di gestioni patrimoniali, …) sia in Lussemburgo, Svizzera, Italia e moltissimi altri Paesi;
  8. tempi rapidi di costituzione in quanto all’interno di una Sicav-Sif già autorizzata e multi comparto.

E’ uno strumento regolamentato e certificato che consente di trasformare qualsiasi proprietà in asset finanziario e che consente di conoscere in ogni momento il valore delle attività globali della famiglia per poter pianificare efficacemente il futuro.

La possibilità del conferimento dei beni nel fondo specializzato aggiunge una ulteriore vantaggiosa caratteristica, che fa del SIF uno strumento finanziario all’avanguardia nell’asset management, che ha come obiettivo quello di generare il massimo valore alle migliori condizioni del mercato.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *